CHIAMATI AD ESSERE BELLE PERSONE

        EDUCARE ALLA VOCAZIONE (2) - TreSere 2017  
      Prima sera: martedì 19 settembre 2017 - ore 20.30 - Seminario Diocesano
      Chiamati ad essere belle persone
      "...per essere santi e immacolati al suo cospetto nella carità" (Ef 1,4)
      Verso la maturità umana   
Relatore: Don Stefano Guarinelli - sacerdote, psicologo e psicoterapeuta della Diocesi di Milano

Non si può “costruire” un cristiano se prima non c'é la persona umana. Sarebbe come mettere un vestito su un attaccapanni. È importante, dunque, formare belle persone. Ma chi si preoccupa di questo? 
Spesso, ci si lamenta della scarsa educazione delle nuove generazioni, dell'assurdità di certe violenze, della mancanza di empatia nei confronti di ogni prossimo.

EDUCARE ALLA VOCAZIONE

Da Il PICCOLO Faenza - il settimanale di informazione e cultura della Diocesi di Faenza-Modigliana - n. 32 del 15 settembre 2017

EDUCARE ALLA VOCAZIONE (1)
“In Lui ci ha scelti prima della creazione del mondo” (Ef 1,4)

È il tema della “TreSere” in programma, quest’anno, per tutti i catechisti della diocesi, per gli educatori impegnati nelle varie attività e per i genitori “primi educatori della fede”.
Un tema urgente non solo per la mancanza di preti, ma perché, osservando il comportamento delle persone, ci si convince che la vita non è affatto pensata come vocazione.

TreSere 2017 - EDUCARE ALLA VOCAZIONE


Tre sere di formazione per catechistici, educatori, animatori e genitori, presso il Seminario Diocesano di Viale Stradone a Faenza, a partire da martedì 19 settembre 2017.

LECTIO SETTIMANALE SUL VANGELO DELLA DOMENICA 

La Lectio, per meditare, contemplare e pregare insieme la Parola, si svolge tutti i mercoledì (esclusi i festivi) dalle 20.30 alle 21.30 presso l’Aula dei Santi - Curia. 


Portale UCN sulla formazione dei catechisti

 E' on line il nuovo portale sulla formazione dei catechisti curato dall'Ufficio Catechistico Nazionale.
Compito primo del portale è mettere in rete le buone prassi formative per creare un sistema di condivisione della ricchezza di attività che le singole diocesi, le regioni e lo stesso ufficio nazionale, realizzano al servizio della formazione dei catechisti. 
Il portale, www.formazionecatechisti.it, si compone:
  • di tre sezioni, visibili immediatamente nella home: attività nazionali/regionali; attività diocesane e segnalazioni.
  • di un menù che agevola la navigazione nel sito e rende semplice la ricerca delle attività o delle segnalazioni;
  • di una pagina "contribuisci" attraverso la quale, senza bisogno di alcuna iscrizione, è possibile indicare un'attività formativa da svolgere o un contenuto formativo da condividere;
  • di una sezione "Twitter" che rimanda ad un account @FormCatechisti per rendere il portale sempre più luogo di condivisine e formazione. Tutto ciò che è pubblicato sul sito diventa un Tweet, e tutti ciò che è Tweettato comparirà sulla home del portale.

FINO A QUANDO IL CATECHISMO?

Da Il PICCOLO Faenza - il settimanale di informazione e cultura della Diocesi di Faenza-Modigliana - n. 24 del 26 giugno 2015
https://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTc085TzN0U1ZESHM/view?usp=sharing
https://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTc085TzN0U1ZESHM/view?usp=sharingL'iniziazione alla vita di fede, quel cammino per cui si diventa cristiani, può cominciare e terminare in qualsiasi momento della vita di una persona: dipende dal momento in cui inizia il cammino di conversione. Questo cammino, così detto “catecumenale” è indicato in modo preciso da molti documenti della Chiesa che propongono veri e propri modelli di itinerari. Nella nostra Diocesi esiste un decreto, firmato da S.E. Mons. Claudio Stagni, intitolato “Il Cammino del Catecumenato, istruzione per il Battesimo degli adulti e per alcuni casi particolari”.

QUANDO E' ORA LO MANDEREMO IN PARROCCHIA

Da Il PICCOLO Faenza - il settimanale di informazione e cultura della Diocesi di Faenza-Modigliana - n. 23 del 19 giugno 2015
https://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTc2dnamtPWTg1eDg/view?usp=sharinghttps://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTc2dnamtPWTg1eDg/view?usp=sharing
Arriva il momento in cui i fanciulli vengono iscritti al “catechismo parrocchiale”. Non si deve mai dimenticare che, più sono piccoli, più i bambini hanno bisogno di cura e attenzione particolare, e il contesto dove questo è possibile è quello familiare. Ogni fanciullo è un mondo a sé.
Pensare che sia sufficiente per la loro educazione alla fede intervenire soltanto sul gruppo che si forma in parrocchia, è forse una delle ragioni della mancata risposta di fede.